Turismo e Cultura

Turismo e Cultura …

“Sulla Rotta di Ulisse” è posizionata in maniera strategica. Tra la costiera Cilentana e la costiera Amalfitana,in una zona ricca di iniziative turistiche e culturali : spettacoli, concerti, rappresentazioni in costume d’epoca, sagre e tanto altro legato al folclore locale. Ad 1 km dalla villa c’è la zona archeologica di Paestum che comprende anche un importante museo. Il luogo è famoso anche per l’architettura religiosa, la Basilica Paleocristiana (oggi Chiesa dell’Annunziata), il Santuario della Madonna del Granato, il Santuario del Getsemani, la CERTOSA di San Lorenzo in Padula. Escursioni nel Parco del Cilento e del Vallo di Diano,ci portano passeggiando in canoa nelle Gole del Fiume Calore o seguendo i percorsi speleologici delle Grotte di Castelcivita e Pertosa. È possibile inoltre proseguire dagli imbarchi di Agropoli e di Salerno verso le meraviglie della Costiera Amalfitana e quella Cilentana: Palinuro, Amalfi, Positano, Sorrento e Capri. Non solo spettacoli naturali ma Paestum e la provincia di Salerno sono anche il palco ideale per concerti, rappresentazioni teatrali e manifestazioni. Tra i più famosi e suggestivi, il Premio Charlot, spettacoli teatrali e concerti sullo sfondo dei Templi, la rappresentazione dell’Inferno Dantesco nelle Grotte dell’Angelo di Pertosa o del Paradiso presso il Castello Arechi di Salerno. Senza dimenticare la famosa gastronomia Campana: sono numerose le aziende agricole locali e molte biologiche certificate. Potrete assaggiare presso le stesse o nelle sagre dedicate i prodotti tipici: vini,olio, carciofi, fichi del cilento, salumi, mozzarelle ed altri prodotti bufalini.ovini e caprini. Da segnalare inoltre è il viaggio con Agostino! Un modo alternativo per scoprire le meraviglie del Cilento in Ciuccio-politana. Un percorso che porta dalla montagna al mare, attraversando a Valle degli Asini a Pruno di Laurino, il monte Centaurino, il centro storico di Caselle in Pittari e di Morigerati e infine Vibonati, sulla groppa dell’asino Agostino che ci permette di immergerci completamente nella ricchezza del paesaggio.
Una terra tutta da vivere e scoprire …

Museo Archeologico Nazionale

Soprintendenza Archeologica di Salerno, Avellino, Benevento
Via Magna Grecia, 919 – 84063 Paestum (Sa) Capaccio (SA)

Telefono
0828-811023(Museo); 0828-722654 (biglietteria); 0828-811016 (Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Paestum)

Orario
8,45-19,45 (l’ingresso chiude alle 18.45).

Chiuso il 1° e il 3° lunedì di ogni mese, il 25 dicembre, il 1° gennaio e il 1° maggio.

Ingresso
4,00 euro (solo museo); 6,50 euro (museo e area archeologica).

Per arrivare
Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum dista circa 92 km dall’aeroporto di Napoli-Capodichino.
– In auto: autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, uscita Battipaglia, variante ex SS 18, uscita Paestum.
– In autobus: autolinee CSTP.
– In treno: linea regionale da Napoli, stazione di Paestum, distanza 1 km dal Museo.

Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum è sorto nel 1952 all’interno della città antica. Inizialmente era costituito da un’unica sala, dall’aspetto architettonico esterno di scuola piacentiniana, . Il nuovo allestimento del museo documenta l’evoluzione e le trasformazioni della città di Paestum, dalla fondazione della colonia greca tra la fine del VII e gli inizi del VI secolo a.C. fino all’istituzione della colonia latina, vi sono illustrate le trasformazioni nell’organizzazione sociale e pubblica, i riti religiosi, gli aspetti della vita quotidiana, l’arte e l’artigianato. Una sezione introduttiva ricostruisce la storia della scoperta del sito archeologico, un’altra sezione è dedicata alla preistoria.

Parco Archeologico
Soprintendenza Archeologica di Salerno, Avellino, Benevento
Via Magna Grecia
Telefono: 0828.811023
Orario: 9.00 – 1 h prima del tramonto
Ingresso: Gratuito fino a 18 anni e oltre i 65 anni

Itineriari

1° ITINERARIO
Vatolla – Rocca Cilento – Paestum – Castellabate

È un itinerario del Cilento interno molto interessante, perché anche se si attraversano strade montuose e collinari; il visitatore non perde di vista mai il mare.
Prima tappa è Vatolla dove è d’obbligo la visita al museo dell’arte contadina. Altrettanto interessante è il Castello De Vargas, dove per nove anni ha soggiornato uno dei più grandi filosofi italiani, Gianbattista Vico; ed è proprio a Vatolla che ha scritto la sua opera maggiore “La scienza nuova”. Si prosegue poi per Rocca Cilento per la visita del maestoso Castello di Rocca dalla cui sommità si domina gran parte del Cilento.
Si prosegue per Paestum; dove ci aspetta un bagno di cultura fra i templi della vecchia città greca di Poseidonia. Sulla strada del ritorno, sosta al borgo antico Medievale di Castellabate, dove oltre ad ammirare un meraviglioso panorama del Golfo di Salerno, si può anche apprezzare il piacere di una passeggiata fra le stradine del centro storico.
2° ITINERARIO (Nel cuore del Cilento)
Grotte di Castelcivita – S. Angelo a Fasanella – Corleto Monforte – Roscigno Vecchia
Visita alle straordinarie Grotte di Castelcivita dominate dal paese omonimo – si prosegue per S. Angelo a Fasanella, dove oltre all’antico borgo Medievale si può ammirare la “Grotta dell’Angelo” (ex convento costruito in una grotta nel XI sec.) – si prosegue perCorleto Monfortedove si può visitare un importante museo di volatili – sosta con possibilità di gustare, in un caratteristico locale del Cilento, prodotti tipici – poi visita a Roscigno Vecchia, “paese museo”, poichè abbandonato dai suoi abitanti a causa di disastri naturali, è qui che si conserva intatto il piano urbanistico ottocentesco del paese ed in più si può visitare (previo appuntamento) il museo d’arte della Civiltà Contadina.

3° ITINERARIO
Padula – Teggiano – Laurino – Magliano Vetere – Trentinara 

Padula è caratterizzata dalla presenza di uno dei complessi Monacali più belli e grandi d’Europa, che si estende su ben 52.000 mq, è la Certosa di S. Lorenzo fondata nel 1306. All’interno sono ben conservati vari tesori d’arte ed affreschi di rara bellezza.
Altra attrazione di Padula è la presenza del sacrario dei trecento Patrioti di Carlo Pisacane ivi seppelliti nel 1857.
Teggiano, antico centro di Teggianumgià esistente nel periodo romano, conserva ancora oggi il volto e l’aspetto di un’antica città medievale. Di notevole interesse è il Castello Medievale fatto costruire dai Sanseverino , allora, signori di Marsico e del Cilento. In questo castello nel XV secolo si ebbe una importante congiura contro il re di Napoli, ancora oggi viene ricordata come la Congiura dei baroni.
– Teggiano: esistono ancora oggi molte chiese antiche erette fra il XIII e XV sec.
– Laurino: piccolo paese medievale di notevole interesse storico.
– Magliano Vetere: paese antico posto su uno sperone montuoso da dove si ammira uno stupendo panorama.
– Trentinara: è la terrazza sulla pianura di Paestum, anche da quì uno straordinario scorcio panoramico.

4° ITINERARIO
Acciaroli-Pioppi-Velia-Palinuro-S. Severino di Centola

Dopo 20 km dalla partenza, breve sosta ad Acciaroli; il piccolo borgo marinaro che tanto stregò lo scrittore americano, premio nobel per la letteratura Ernest Hamingway. Poi piccola sosta a Pioppidove si può ammirare il Museo del Mare.
Di passaggio per Velia, l’antica città greca di Eleafamosa per le sue scuole di Medicina e Filosofia. Arrivo a Palinuro e gita in barca per le visite delle sue straordinarie grotte tra cui la stupenda Grotta Azzurra.
Il ritorno avverà attraverso il cilento interno, molto interessante, con una breve, ma obbligata sosta a S. Severino di Centola, borgo medievale abbandonato dall’ XII sec.

Trekking nel Cilento

Sentiero Punta Tresino-Castellabate
Ubicazione: Agropoli-Santa Maria di Castellabate
Partenza da Trentova (Agropoli)
Km 20
Difficoltà: facile
Sentiero Perito-Ostigliano (sentiero del soldato)
Ubicazione: Perito-Ostigliano
Partenza da Ostigliano
Km 6 circa
Difficoltà: facile
Sentiero Gole del Calore
Ubicazione: Felitto (zona Remolino)-Magliano (zona Petra Perciata)
Partenza da zona Remolino
Km 7
Difficoltà: facile
Sentiero Monte Cervati (il sentiero della neve)
Ubicazione: Piaggine
Partenza da Piaggine
Km 15
Difficoltà: media
Sentiero Palinuro-Camerota (il sentiero dell’uomo primitivo)
Ubicazione: Palinuro-Camerota
Partenza da Palinuro
Km 7
Difficoltà: media
Sentiero Capaccio-Paestum (il sentiero dell’aquila)
Ubicazione: Capaccio-Paestum
Partenza da Bivio M. del Granato
Km 13
Difficoltà: media
Sentiero Ogliastro-Melito (il sentiero dell’albero centenario)
Ubicazione: Ogliastro-Melito
Partenza da Ogliastro Cilento
Km 4
Difficoltà: facile
Sentiero Rocca Cilento (il sentiero dei baroni)
Ubicazione: Rocca Cilento-Laureana
Partenza da San Martino
Km 8 circa
Difficoltà: facile
Sentiero Ogliastro Marina (il sentiero delle sirene)
Ubicazione: Ogliastro Marina
Partenza da Ogliastro Marina
Km 8
Difficoltà: facile
Sentiero Punta Infreschi (il sentiero della maschera)
Ubicazione: San Giovanni a Piro
Partenza da località Ciola Andrea
Km 5
Difficoltà: media